LA CONTA DEL TEMPO


...poi con il tempo che passa, a forza di fare 2+2 arriva un momento in cui il risultato è inesorabilmente e solamente 4. Ci pensi sopra e tra te e te ricordi quando 2+2 era uguale a 3, facendoti mancare qualcosa ma senza farla pesare... oppure quando 2+2 era uguale a 1000 aggiungendo tutto l'entusiasmo che avevi ma senza riuscire nelle tue intenzioni. Allora poi ci si ferma davanti a quel risultato univoco, chiaro e preciso: 
2+2=4 
e inizi a maturare in te la consapevolezza della coerenza... prima non ti faceva niente il farti mancare qualcosa oppure il darti fino a mille, lo facevi perché eri tu, perché c'eri tu! Ad un certo punto però, proprio in virtù di questa consapevolezza dell'esserci "io", si è evidenziato maggiormente il confronto del nostro "senza farlo pesare" con il sentire troppo il peso altrui... il "senza riuscire nelle tue intenzioni" con la riuscita di chi non solo senza aggiungere di più ma anche senza fare niente risultava poi più convincente e ci "vinceva". Bisogna esserne consapevoli sempre: alla fine 2+2 farà comunque 4 al di là di tutte le nostre interpretazioni, dei nostri sogni, delle nostre missioni. Il difficile non è capire questa cosa ma il convincersi di tutto questo... e quanto tempo dovrà passare ancora nel contare 2+2 vedendo ogni risultato possibile (passando dallo zero arrivando a chissà quanti milioni...) prima di convincerci che l'unico risultato è 4?! Quanto tempo dovremmo ancora contare prima di fermarci sul 4?! La conta del tempo non è definibile ma resta infinita, a volte anche irrisolta! Proprio per questo ci viene in aiuto la consapevolezza della coerenza... perché in un qualche modo c'è qualcuno in te che ti dice "2+2 fa 4 e non imbrogliarti ancor di più in definizioni che nemmeno sai più reggere!"  ...perché in un qualche modo c'è qualcosa in te che come una bilancia, inizia a misurare il dare con il ricevere e che se da una parte c'è 2+2, dall'altra dev'esserci solo e soltanto un 4 e non 3 e nemmeno 1000, 
mai più. 




0 Pensieri:

Posta un commento