È STATO LUI


NUOVA POESIA //
È STATO LUI

"L'assassino è dietro quel vetro,
lì dov'è non può vederci...
devi solo guardare 
e dirmi se è stato lui"

Guardando da quel vetro, tra me e me pensavo
"non è stato lui, non è lui..."
e nello stesso momento
un senso di smarrimento, ero confuso.

"L'assassino è dietro quel vetro
ma non possiamo trattenerlo molto,
devi collaborare 
e dirmi se è stato lui".

Ad un tratto mi guardai allo specchio
e vidi la mia immagine riflessa e pensavo
"Non è stato lui, non è lui...
mi ha raggirato ...certo,
derubato, abbindolato 
ma non è stato lui

...sono stato io! Sono stato io
che mentre andavo convinto e fiero
ripetevo in me le sue parole.
ora ricordo:

sentivo le sue parole, ero confuso
ma mi convincevano...
sono stato io! Sono stato io!".

Anche se poi,
passato questo momento di lucidità,
ho puntato il dito verso di lui
e ho detto ...è stato lui!

È stato lui!




0 Pensieri:

Posta un commento