LO STATO SIAMO NOI TUTTI, UNITI.


Si può dire solo GRAZIE
al richiamo di Essere Stato

Si può soltanto dire GRAZIE all'associarsi in questa iniziativa. Nello stesso tempo però molte persone abbassano il valore di questa lodevole partecipazione in quanto credono che la rappresentanza e l'adozione virtuale da parte dei "v.i.p." non basta (quasi come se neanche servisse a niente)... ma tutto questo è appunto un fare qualcosa, consapevolmente un fare la più piccola delle cose ma è appunto QUALCOSA ed anche... è la migliore contro-risposta che si dà al silenzio dello Stato, dei nostri politici... della nostra classe governativa. In contempo però, questo silenzio... questa indifferenza da parte dello stato rispecchia un dettaglio molto importante: lo Stato siamo noi, siamo noi tutti
...ma dov'è finita questa consapevolezza, questa partecipazione, questo attivismo?! Ecco dunque l'altra valenza che si potrebbe interpretare dalla risposta dei "v.i.p.":
il richiamo ad essere Stato,
a ritornare ad essere Stato, a non abbandonare il nostro Paese ma a dargli vita! Non sono solo i paesi a non dover morire, siamo noi tutti che dobbiamo dare un segnale di vita a questo lento morire della nostra società, della nostra realtà, siamo noi che dobbiamo svegliarci dal nostro accomodarci e prendere una posizione finalmente viva, concreta e vicina.

Come risposta a tutti questi cartelli dei "v.i.p.", gente "diversamente v.i.p." sta rispondendo che non vuole essere adottata dai v.i.p. ma vorrebbe esser salvata dallo stato.

Non funziona così, purtroppo non funziona così.
Voler esser salvati dallo Stato... ma dov'è lo Stato?! CHI è lo Stato?! Lo Stato siamo noi, siamo noi tutti e nessuno escluso ("Very Important Person" e non...). E' su questa differenza, su questo senso di appartenenza venuto meno che "lo stato" (inteso come "l'insieme dei nostri politici") cavalca e ben riposa sull'indifferenza con questa noncuranza e onnipotente inattività. Proprio per questo dunque è importante smuovere e far muovere qualcosa... e in una società come la nostra... ammaestrata e addomesticata ad un uso frenetico di strumenti che troppe volte si rivelano muti tanto a sembrar morti... è bene che "qualcuno" più in alto mostri la propria voce, la propria presenza. L'adozione virtuale dei V.I.P. di queste terre dimenticate dall'alta politica fa in modo di attirare l'attenzione su QUESTO problema, fa appunto che questo accaduto sia circoscritto nella definizione di PROBLEMA... da prendere in considerazione (e risolvere) ADESSO.

Diversamente, tutto sarebbe continuato come una settimana fa, come un mese fa, come un anno fa. Ma questo non significa che domani cambierà tutto... in quanto se l'alta politica non fa niente, oggi si son mossi i V.I.P. ma già ieri dovevamo muoverci noi, noi gente comune... noi tutti, noi Stato... e cosa abbiamo fatto?! Cosa dovremmo fare?!

Professare e Concretizzare le Denunce, seguirle giorno dopo giorno, unendosi. Creare appunto Comitati che uniscano più persone possibili... e ricercare l'assistenza, l'aiuto dello stato, essendo Stato
...perché se non si è Stato allora si è complici di questa malavita, di questo "malostato" ma nello stesso tempo... uno stato che non risponde alle esigenze, alle chiamate della gente... della propria gente... è uno stato muto, indifferente ...assente... è uno stato che muore.

Quindi ritorno e concludo con il punto iniziale:
non funziona così, purtroppo non funziona così in quanto a voler esser salvati dallo Stato si presuppone che uno Stato ci sia... che sia presente e che risponda con la stessa urgenza della chiamata della gente. Io sono sempre più convinto che ormai "Dio è morto"... che lo stato è morto... in quanto fin quando avremo solo persone che curano i propri interessi mediante l'attività politica... non ci sarà mai uno stato.

Se Dio è morto... sappiamo che dopo tre giorni è risorto...
se lo stato è morto, risorgiamo noi... nel ritornare tutti ad essere Stato.

Io sono sempre più convinto che "Dio è morto"... che lo Stato è morto
ma nello stesso tempo sono esattamente convinto che
se non sono Stato io... allora sono stato anche io la causa o la complicità di questa morte.

"Non voglio essere salvato dallo stato
ma vorrei salvare lo Stato!"

e questo possiamo farlo soltanto con l'unione di tutti,
con la nostra unione: lo Stato siamo noi tutti, uniti.

condividi su facebook


0 Pensieri:

Posta un commento