LETTERA AD UNO SCONOSCIUTO



Vedi, come più volte ho già detto,
la felicità è qualcosa da ricercare nella solitudine

ma prima di questo, ancora,
bisogna sapere cos'è la felicità per noi stessi
o meglio, cosa dovrebbe essere...
Bisogna conoscere meglio noi stessi
e bisogna sapere e accettare che la felicità
è una chimera mentre il dolore è reale
e quindi la nostra vita va basata
sul divincolarsi dai dolori per essere
più vicino possibile alla felicità
perché questa è l'unica via.

Basterebbero già soltanto queste poche righe
per cambiare il modo di vivere, il senso...
ma mi dilungherò ancora
per meglio farti capire, meglio farti vivere.

Bisogna essere consapevoli
di voler vivere ogni giorno della vita.
Bisogna essere consapevoli
che ciò che vediamo male è solo per i nostri occhi.

Vedi, devi considerare quest'esempio:
tu, la tua felicità e la tua persona
appartengono allo stesso cerchio.
Ogni persona è un cerchio di colore diverso
e per mirare alla felicità,
devi colorare tutta la tua area con il tuo colore.
Ognuno per essere felice deve considerare questo.
Nel vivere, nel colorare quindi,
tanto più si fa con le proprie forze
tanto più il lavoro fatto è buono.
Non andare ad interferire nei cerchi altrui.
Non cercare la tua felicità inserendo altri cerchi
e colori nel tuo cerchio.
Ognuno ha da vivere e da essere felice
del proprio cerchio.
Non considerare felicità ciò che non ti appartiene
e ciò che non potresti fare da solo con le tue forze...
perché ci sarà sempre un prezzo.

Vedi, come già ti ho detto,
basterebbero queste righe
per iniziare a far nascere in te
la consapevolezza, una coscienza.

Ora se questa lettera non ti dice nulla di nuovo
né stimola in te alcuna reazione,
allora vai! Hai ancora tanto da vivere,
tanto da consumarti, tanto da morire...
e quando ne avrai abbastanza,
ritorna su questi versi perché gli stessi
ti diranno altre cose ancora.

Ma se già adesso provi una qualche sensazione
alle suddette parole,
non affogare i semi che hai dentro, abbi cura e sviluppali.
Correggi la tua strada e da subito sentirai i buoni effetti.
E se qui ritorni felice
non devi ringraziare me...
perché i doni spirituali che hai dentro
avevano solo bisogno di un cenno.
Che sia stato io... è tutto un caso.


*** Clicca qui per la versione in videopoesia ***
( pubblicato in Poìesis da Kyriacos Ray )


condividi su facebook


0 Pensieri:

Posta un commento